Follow by Email

mercoledì 30 ottobre 2013

Prospettive

C'è chi, guardando un temporale, ha la mente già rivolta all' imminente arcobaleno. Godendosi il profumo d' una giornata uggiosa, col mento rivolto verso il cielo e gli occhi chiusi di chi lascia ch' ogni singola goccia di pioggia sia una benedizione che purifica un' istante della propria vita. C'è chi trova sfumature di colori pur di fronte ad una parete bianca. E danza su un palcoscenico fatto di inconsistenti atomi e speranze, che distendono le rughe d' un volto canuto, in un sorriso bambino. Con cui s' affronta il mondo. Senza pugni serrati, ma con mani tese pronte ad accogliere nuovi viaggiatori e a lasciare sassolini lungo il proprio cammino, per ritrovar la strada che conduce ad un meraviglioso panorama. E c'è chi, cadendo, non resta al suolo a far la conta dei danni. S' alza di scatto. Con vigorose manate scaccia via la polvere, che ha l' odore stantio del passato. Asciuga frettolosamente una lacrima e riparte verso l' orizzonte. Passi piccoli, sicché non ci si perda un solo respiro del mondo ch' intanto volteggia intorno. Tramonti, spiagge, città vuote. E un sorriso che, talvolta, ferma il tempo e dà valore ad una vita intera.

venerdì 25 ottobre 2013

Un bacio. Solo un bacio

Ferma pure il tempo se necessario. Lascia che il mondo resti fuori dai confini di un nostro abbraccio. Ci avvolga il silenzio, sicché ogni singolo suono divenga ovattato brusio di sottofondo. Un bacio. Uno soltanto. Che duri un tempo infinito. Nel quale raccontarsi, ad occhi chiusi, quel passato che lascia indelebili cicatrici nell' anima. E promettersi poi un futuro fatti di salite da affrontare afferrando saldamente il palmo d' un mano. Trasformando poi quei gesti in carezze durante i tramonti d' estate. Un bacio. Un altro ancora. Che duri tutto il tempo necessario per conoscere il tuo sapore. Che mi lasci sulle labbra il desiderio costante d' averti al mio fianco. Di non perdere neppure un respiro di questa nostra vita insieme. Un bacio. L' ultimo. E lascio poi che il tempo si prenda ciò che gli spetta. Attese, distanze o qualsivoglia tributo. Non è che un granello di sabbia che sotto i piedi scricchiola. Suono impercettibile, coperto dal silenzio d' un nostro bacio.

lunedì 21 ottobre 2013

Ci si ritrova al tramonto

Ci si ritrova al tramonto. Al solito posto. Per ammirare il sole che si tuffa negli abissi. Portando con sé l' eco di certi silenzi, cui affidare frammenti di pensiero e foto ingiallite in cui due bambini sorridono al loro primo amore. Ci si ritrova al tramonto. Camminando spalle al sole. Sicché le ombre possano scivolare in un abbraccio e cominciare a danzare. Lasciando invisibili segni sulla sabbia. Orma che il mare porta via con sé, verso lidi sconosciuti che fan da scenario a meravigliosi sogni ad occhi aperti. Ci si ritrova al tramonto. Attendi ancora un istante, se dovessi tardare. Raccoglierò per te conchiglie e gocce d' acqua salata con cui sfiorare le tue labbra. E dichiarare, con un bacio, i miei sentimenti. Antichi. Fuori moda. Ma trasparenti come acqua di mare.

martedì 15 ottobre 2013

Certi baci

Certi baci li si attende per una vita intera. Tempo scandito da sospiri alla luna. Parole che finiscon tra le righe bianche d' un foglio di carta riposto frettolosamente sul fondo d' un vecchio baule di ricordi e desideri inespressi. Certi baci son la formula chimica di sogni ad occhi aperti. Cieli stellati che affollano gli occhi e segnano il tempo d' una danza di foglie cullate dal vento. Sabbia che scricchiola sotto i passi incerti di chi è assorto nella luce d' un tuo sguardo. Certi baci sono il pensiero felice con cui s' attende l' alba. Immaginando due sorrisi che si sfiorano, al calar di palpebre desiderose di scambiarsi gocce d' esistenza. Fermando il tempo. Quel tanto che basta per comprendere d' aver vissuto.

mercoledì 9 ottobre 2013

Certi ricordi

Certi ricordi ti restano addosso. Come il calore d' un abbraccio che pervade ogni frammento del tuo essere. Per un tempo che sembra indefinito. Per un istante lungo una vita intera. E trascorri, così, una notte intera ad ammirare ad occhi chiusi ogni singola istantanea d' un giorno che t' ha fatto sorridere. Riguardi attentamente, per una volta ancora, quel primo piano che ti lascia senza fiato. Scoprendo ogni volta una sfumatura nuova. Pennellata di colore che rende unica un' immagine. E cerchi d' accostare ad ogni sguardo una nota. Finché una sinfonia imperfetta, farà da tappeto ai tuoi pensieri. Di quelli che finiscono tra le pagine bianche d' un taccuino. Specchio di carta che riflette la tua vera natura. Certi ricordo ti restano addosso. Segni indelebili d' un viaggio alla scoperta di sé stessi. Di quelli in cui lungo il ciglio della strada ti fermi a guardare un panorama e t' accorgi, sorridendo, di non esser solo.

mercoledì 2 ottobre 2013

Cento volte buona notte

Cento volte buona notte e non dormire. Rimanendo immobile ad ammirare la danza del tuo corpo addormentato. Chissà in quali sogni si perde la tua mente di bambina. Terre sconosciute da calpestare a piedi nudi. Acqua di fonte che, per la prima volta, placa questa sete di scoprire il mondo in un istante appena. Cento volte buona notte e sentir l' eco della tua voce che riempie l' aria. Canto di sirena ch' ammalia i naviganti. Spicchio di luna cui indirizzare questi versi sparsi. Pezzi di carta che contengono storie e riflessi d' antichi sentimenti ch' a te offro come promessa. Cento volte buona notte e stringerti forte. Cullando il corpo tuo fino all' alba di un giorno nuovo. Che ci sorprenderà insieme. Tra lenzuola che odoran bucato e corpi che hanno i colori d' un amore senza tempo. Che cancella i segni del passato e indelebili segni lascia nell' anima.